Un primo passo verso la riqualificazione di Largo Beato Umberto.

Approvata nel Consiglio comunale del 19 dicembre la mozione presentata da M5S.
Nel Consiglio comunale di Avigliana del 19 Dicembre scorso, dopo aver affrontato i delicati punti dell’odg dedicati al bilancio, il M5S è finalmente riuscito a presentare e a portare in approvazione 2 mozioni che giacevano in stallo fin dal mese di Novembre e che erano sempre state rimandate, per mancanza di tempo.
La prima mozione riguarda la richiesta di miglioramento del decoro e dell’arredo di Largo Beato Umberto (mozione sostenuta anche da una raccolta firme dei residenti).
Il testo della delibera in premessa cita testualmente: “in Largo Beato Umbeto sorgono case e palazzi di interesse storico turistico come Casa Senore, Casa del Sale, Casaforte del Beato Umberto III di Savoia, lo scorcio sulla preziosa Sacra di S. Michele è unico e silenzioso testimone di una storia millenaria; storia che ha visto ieri il transito di pellegrini e viandanti e che vede oggi, grazie al suo inserimento nel circuito di interesse storico, il transito di visitatori e turisti”.
La mozione si conclude chiedendo al Consiglio comunale e al Sindaco “di impegnarsi ed attivarsi in tempi brevi per affrontare le criticità presenti nella zona, che di tutto il centro storico è in assoluto la più trascurata malgrado i citati punti di interesse e restituirla così alla fruizione di cittadini e turisti”.
Mozione approvata con voto unanime della Maggioranza e di tutte le minoranze, con l’impegno dell’Amministrazione a prevedere interventi di riqualificazione di questo antico accesso ad Avigliana. Il gruppo 5 Stelle si ritiene soddisfatto delle risposte ottenute dagli assessori competenti, del voto finale e dell’interessamento dimostrato dalla Giunta. Tant’è che le indecorose fioriere menzionate nella mozione, ancora prima che la stessa venisse discussa, erano già state rimosse.
Non resta che attendere l’evolversi dei lavori per un nuovo e più decoroso inserimento di arredi e fiori, in collaborazione con i residenti. In sede di Consiglio al riguardo è stata avanzata anche l’ipotesi del baratto amministrativo (forse unica modalità per venire incontro ai cittadini e mantenere nel contempo il decoro della città in periodi di difficoltà economica) e che per i 5 Stelle suona come musica.
Altrettanto apprezzabile l’impegno assunto per gli interventi su portici e su facciate, prendendo contatto con i proprietari delle antiche case che si affacciano su Largo Beato Umberto, benché al momento sul bilancio non sono state lette ingenti cifre a tale voce. Sarà compito del gruppo consiliare M5S monitorare e fare in modo che gli impegni assunti non rimangano solo parole, ma diventino azione concreta, restituendo a residenti e turisti il decoro di un luogo troppo a lungo trascurato e che al contrario merita al più presto una giusta valorizzazione.

2018-01-17T19:36:38+00:00