LA COMUNICAZIONE INIZIALE DI TATJANA all’apertura del Consiglio Comunale del 15 settembre

A nome del gruppo Movimento 5 Stelle Avigliana la nostra vicinanza a Livorno e al Sindaco Filippo Nogarin, che ho già contattato nelle ore immediatamente successive all’alluvione che ha colpito la sua città, ma al quale vorrei far arrivare anche attraverso la voce del Consiglio Comunale tutta la solidarietà di Avigliana.

Chiedo di dedicare un minuto di silenzio alle vittime di quel nubifragio, ma anche alle almeno 1.200 persone morte per le alluvioni delle ultime settimane in India, Nepal e Bangladesh, ai 40 milioni di sfollati a causa degli allagamenti e alla devastazione incalcolabile che ha travolto nelle stesse giornate i Caraibi e l’America. Ci serva, questo silenzio, per meditare sugli effetti dei cambiamenti climatici, sulle cattive eredità che ci sono state lasciate e che noi non vorremmo lasciare ai nostri figli. Ma ci serva anche per meditare sulle nostre azioni e sulle nostre responsabilità, e per ricordare che è nella quotidianità delle nostre piccole azioni che possiamo intervenire, per evitare di piangere in futuro altre vittime.

Vorremmo per esempio ricordare che in Italia (secondo un articolo apparso sulla LA STAMPA il 12 settembre scorso) sono stati “tombati” in canali sotterranei di cemento almeno 12 km di fiumi, sono state costruite intere città in zone sismiche senza le necessarie precauzioni, si vogliono bucare intere montagne per ipotetiche quanto inutili linee ferroviarie e si continua a costruire in zone soggette a vincolo idrogeologico proprio come ad esempio accadrà per la stazione di Ferriera, di cui si discuterà più avanti.

Per contro la messa in sicurezza del nostro territorio procede lentissima, per la colpevole “distrazione” della politica, che stila piani e impone vincoli per poi disattenderli, e che stanzia con disinvoltura fondi per mastodontiche opere inutili, privando la messa in sicurezza del territorio e di chi in questo ambito opera delle risorse adeguate a farvi fronte.

Non è fuori luogo dunque in questo contesto riflettere anche sull’importanza della nostra Protezione Civile Comunale. Ne abbiamo conosciuto i Volontari (sempre troppo pochi) e ne abbiamo potuto apprezzare la passione e la competenza con cui si mettono al generoso servizio della sicurezza dei nostri cittadini. Crediamo che sia importante, proprio come richiesto dalla nostra mozione che verrà discussa durante il Consiglio, dare la possibilità a questo gruppo di crescere professionalmente tramite esercitazioni sul campo, così da testare la loro macchina organizzativa e contribuire a creare un clima di fiducia e tranquillità tra i cittadini, nella speranza che non ci si debba mai confrontare direttamente con gli eventi che hanno drammaticamente segnato i giorni scorsi.

2018-01-17T19:08:55+00:00