Homepage2018-01-17T20:03:26+00:00

Il consiglio comunale del 30 Luglio 2018

Sintetizziamo alcuni interventi presentati dal Gruppo M5S  nel corso del Consiglio comunale del 30 luglio scorso.

  • Comunicazione in apertura di Consiglio.

La consigliera Callegari apre con una comunicazione in cui, richiamandosi agli incendi dei giorni scorsi che hanno devastato Atene e alle frane di Bussoleno ricorda alla maggioranza che: “è ormai vecchia l’approvazione della nostra mozione in materia di protezione civile: l’autunno scorso su nostra sollecitazione, si era infatti concordata nei primi mesi del 2018 una esercitazione comunale di protezione civile, da realizzare dopo la revisione del relativo piano comunale. A oggi, nulla è accaduto, nessuna convocazione di commissione per la visione del nuovo piano (ricordiamoci che  la mancanza o la vetustà del medesimo ha impedito ad Avigliana di accedere a specifici e cospicui finanziamenti, di cui hanno invece goduto altri comuni del territorio) e dell’esercitazione nulla si sa.

Alla comunicazione, il Sindaco ha prontamente risposto aggiornando il Consiglio sullo stato dei lavori. A detta del primo cittadino si dovrebbe essere pronti entro la fine dell’anno.

Potremmo  rallegracene, anche se sarebbe stato meglio essere informati senza sollecitazioni, specie dopo lo sforamento dei tempi previsti, così come sarebbe interessante che l’apposita commissione consiliare venisse resa edotta dello stato di elaborazione (o rielaborazione) del Piano di protezione civile, prima che questo venga portato in approvazione. Tuttavia, proprio in relazione al tema protezione civile (ricordiamo che la mozione M5S approvata a fine 2017 impegnava l’Amministrazione nella revisione del piano e in una esercitazione comunale entro i primi 6 mesi del 2018) e alla mancata attuazione della  mozione non possiamo non riportare la fedele trascrizione dell’intervento del Sindaco:

mi dispiace ma c’è male informazione, nel senso che l’incarico all’ing. Piccione con una determina per la revisione del Piano di Protezione civile è stato conferito già nei mesi scorsi e proprio recentemente c’è stato un incontro con l’UT per prendere visione del piano e del punto in cui è stato lasciato dall’UT, proprio perché per far fronte al carico di lavoro dell’UT  si è deciso di esternalizzare l’aggiornamento del Piano…”

Al riguardo, prendendo atto del ritardo nell’attuazione degli impegni assunti in Consiglio, siamo costretti a sottolineare che la determina di conferimento dell’incarico non risale a “mesi scorsi”: essa compare infatti nell’elenco delle determine del mese di luglio, al numero 458: 20/07/2018 AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER AGGIORNAMENTO PIANO PROTEZIONE CIVILE.

Più corretto quindi sarebbe stato parlare di “giorni scorsi”, dal momento che la determina ha per inizio di pubblicazione la data del 26/07/2018 e la fine di pubblicazione fissata in data 10/08/2018.

Chiediamoci dunque dove stia la “male informazione”.

  • Ipotesi di acquisto da parte del Comune dell’ex sede della guardia di finanza, detta “la casa del fascio” sita in piazza del Popolo.

L’argomento, affrontato in occasione del punto dedicato al bilancio e sollevato anche da una interrogazione del consigliere Roccotelli, che la nostra consigliera ha chiesto di trattare contestualmente e non a fine di seduta, ha visto un lungo preambolo tecnico del Segretario comunale, che tuttavia proprio per la sua natura tecnica e non politica, non ha potuto chiarire i punti essenziali del tema, soprattutto in riferimento alla futura destinazione dell’immobile e alle sue reali cubature.  In particolare un passaggio del Sindaco, che ha messo in relazione il destino di questo edificio non solo con quello di Piazza del Popolo, ma anche dell’area ex Sigea, indicata come  nuovo centro commerciale, ha lasciato più dubbi di quanto non volesse chiarirne.

Sul tema sarà certamente necessario tornare, in modo puntuale e circostanziato.

E se in Consiglio il Sindaco ha  rinfacciato al M5S le 41 ore spese dagli Uffici per rispondere alle interrogazioni sul centro commerciale di Corso Europa, temiamo che altre ore andranno purtroppo dedicate a questo nuovo fronte,  con la speranza, almeno lì, di poter ancora salvare qualcosa.

  • MOZIONE PRESENTATA DAL M5S per la REALIZZAZIONE DI UN MERCATO SETTIMANALE DI PRODOTTI AGRICOLI E CASEARI IN BORGATA BERTASSI.

 Questo era un punto del programma di M5S, ma anche dell’attuale Amministrazione, che diceva di condividere l’attenzione al KM zero, al  biologico e al sostegno dei produttori locali. Proprio partendo da questo comune sentire e al fine di prestare ascolto ai tanti cittadini che chiedono sempre più attenzione a questo genere di commercio di prossimità, è stato chiesto alla Maggioranza consiliare un segnale in tal senso, anche per non essere solo appiattita sulla grande distribuzione e sui nuovi centri commerciali di attuale e futura costruzione.

Certamente la proposta di istituire un tavolo di lavoro, per la realizzazione di un mercato agricolo a Bertassi viene potenzialmente complicata dalla situazione politico amministrativa della borgata, divisa fra il Comune di Avigliana e quello di Sant’Ambrogio, tuttavia l’auspicio della consigliera Callegari è stato quello di veder nascere una positiva sinergia tra le amministrazioni, che dovrebbe essere la base di una reale amministrazione del territorio…

Nel suo intervento di presentazione della mozione la capogruppo di M5S ha inoltre ricordato che,  poiché la mozione richiede anche il coinvolgimento di alcuni rappresentanti della borgata nel tavolo di lavoro, l’occasione potrebbe essere buona per definire modalità e tempi di attuazione della delibera sui rappresentanti di Borgata (ovviamente non solo di Bertassi), che il Consiglio ha recentemente votato, sempre a seguito di una nostra mozione, ma alla quale come spesso accade per tante delibere portate in approvazione e poi “dimenticate” in un cassetto, non si è capito come concretamente l’Amministrazione intenda dar corso.

La Maggioranza, per voce dell’Assessore competente, ritenendo prematuro il coinvolgimento di rappresentanti di Borgata e altre Amministrazioni, avrebbe voluto che il punto venisse ritirato, per poi farlo diventare oggetto di trattazione in una futura commissione consiliare.

La consigliera Callegari ha invece chiesto e ottenuto che la mozione venisse mantenuta, modificandone in parte le richieste.

Con voto unanime è quindi stato approvato l’istituzione di una commissione, in prima battuta solo all’interno del Comune di Avigliana, per la realizzazione del mercato di prodotti locali.

agosto 8th, 2018|Categories: Consigli Comunali, Home|0 Comments

RIFONDAZIONE COMUNISTA ATTACCA I CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE: La REPLICA del M5S Avigliana

Dopo il Consiglio comunale di Avigliana del 30 luglio

E’ davvero bizzarro che sia rifondazione comunista a preoccuparsi di attaccare dalle pagine dei giornali locali i consiglieri di minoranza del Consiglio Comunale di Avigliana, dopo la seduta del 30 luglio scorso. O qualcuno all’interno della maggioranza non ha prestato particolare attenzione ai vari interventi o qualcuno presente in sala non ha fatto in tempo a prendere appunti in modo puntuale o vi è mala fede. Gettare fango sulla consigliera pentastellata, ignorando o fingendo di ignorare che dei dibattiti sono disponibili tutte le registrazioni, grazie ad uno strumento che proprio l’amministrazione ha messo a disposizione della cittadinanza, ci lascia davvero basiti.

Si può disquisire e non essere concordi su punti dell’odg, come TAV e Olimpiadi, ci mancherebbe, (se così non fosse non esisterebbero maggioranza ed opposizione), ma scrivere, come fa la portavoce aviglianese di Rifondazione comunista, a proposito del TAV “…. ciliegina sulla torta, l’esponente dei grillini aviglianesi, della stessa parrocchia politica del ministro attuale, si è astenuta dimostrando di non saper nemmeno da che parte stare”, e, a proposito delle Olimpiadi “….ma per la consigliera pentastellata, poiché il territorio valsusino è già stato rovinato dalle Olimpiadi Invernali del 2006, è meglio prenderne atto e andare avanti con l’ulteriore candidatura di Torino, aggiungendo altri danni a quelli già fatti”, omettendo le argomentazioni del dibattito o stravolgendone il senso rende necessaria almeno una precisazione.

Chiediamo dunque di pubblicare il testo della registrazione del Consiglio comunale dal quale emergono le  posizioni puntuali della consigliera grillina (nomignolo che a Rifondazione comunista pare star tanto a  cuore), invitando comunque i lettori ad ascoltare attraverso il sito del Comune (magnetofono.it) l’intero dibattito.

A proposito di TAV  (01:40:55) Tatjna Callegari dice “La proposta è prematura perché al momento attuale il Ministro Toninelli sta chiaramente dicendo che è in corso un’analisi dettagliata di costi benefici  per rivalutare l’intera opera”   quindi occorre attendere la conclusione di questo fondamentale passaggio, che per anni i Governi hanno rifiutato di compiere. In un altro passaggio (02:08:45) in risposta al Consigliere Spanò, la consigliera M5S asserisce e ribadisce di “essere concorde e  propositiva rispetto ai confronti, dico solo che al momento è prematuro perché mancano gli elementi, la linea è analizzare costi benefici, confrontarsi con la popolazione, chiedo di pazientare, di attendere i riscontri del Ministro e poi non vedo perché no un confronto democratico con chi al momento sarà presente ai vertici”.

Non si tratta quindi di non “sapere da che parte stare”, come Rifondazione Comunista vorrebbe far credere, ma di rispettare i tempi e i modi di un iter da sempre chiesto dagli Amministratori locali e dai cittadini a proposito di Tav  (cioè esame costi/benefici, ascolto dei territori, valutazione non preconcetta ma basata su dati oggettivi, certificati da terzi e non falsati come in passato è sempre accaduto, quando venivano minimizzati gli impatti negativi e amplificate le ricadute positive per giustificare l’opera a qualunque prezzo…) e che oggi finalmente si è avviato, sotto la guida politica del Ministro Toninelli e la responsabilità scientifica del professor Marco Ponti, sulla cui competenza non possono certo essere avanzati dubbi.

A proposito di Olimpiadi, al minuto 3:17:58 del dibattito Callegari afferma: “Senza nulla togliere alle competenze delle consigliere che hanno studiato il dossier di candidatura alle olimpiadi 2026 della città di Torino, partire da qui per dire che la proposta di candidatura di Torino sia peggiore di quelle di Milano e Cortina mi sembra alquanto azzardato. Detto questo se l’amministrazione si è concentrata sui refusi del dossier di 177 pagine fa pensare che non abbia, ed è lecito, nessuna  fiducia di chi amministra ora Torino e CM. Io mi sento coinvolta, ho la massima fiducia e riguardo le olimpiadi anch’io ritengo che dire un No a priori è assurdo. Il discorso del disastro 2006 ci sta, ma se si accetta di candidare Torino 2026 è proprio perché il territorio è già stato compromesso allora, ed ora per la prima volta abbiamo la possibilità di proporre delle olimpiadi sostenibili proprio perché ci ritroviamo  ad amministrare”.

Il passaggio della consigliera di M5S che riguarda la devastazione ambientale, può essere così riassunta: le olimpiadi in sé sono un evento positivo, Torino e le valli coinvolte sono già state compromesse nel 2006 e hanno tutt’ora strutture all’epoca realizzate in parte o del tutto inutilizzate, quindi perché andare a distruggere da un’altra parte altre aree verdi, quando qui gli impianti già esistono? Il territorio di un’altra regione o di un altro paese sono forse meno preziosi del nostro?  Se di vera tutela di ambiente si parla e non solo di miope protezione del proprio orticello, piuttosto di ricominciare da zero da un’altra parte, è forse meglio riqualificare ciò che qui erroneamente è stato costruito e poi abbandonato, senza ulteriore consumo di suolo. Quindi, ben lungi dall’idea di voler “aggiungere altri danni”, si faccia risorgere quanto già c’è, vigilando affinché trasparenza, economicità e tutela ambientale siano effettivamente principi base sui quali realizzare eventi sostenibili.

In quest’ottica va letta la conclusione all’ora 3:37:36 della Consigliera Callegari: “Appoggio la mozione, so che al momento i comuni della bassa valle ad oggi non sono stati coinvolti quindi nel momento in cui si avrà risposta dal CIO, se affermativa, propongo di valutare insieme come essere propositivi di fronte ad un coinvolgimento di Avigliana”.

Al netto della puntuale trascrizione di un dibattito, che in quanto tale certamente pecca di eleganza letteraria, ma non di chiarezza, riteniamo che le posizioni di M5S in materia di Tav e Olimpiadi, per quanto e legittimamente non condivisibili da tutti, siano tutt’altro che vaghe o incoerenti, come Rifondazione comunista vorrebbe invece far credere.

 

Tatjana Callegari,

Gruppo consiliare M5S Avigliana

agosto 7th, 2018|Categories: Comunicati Stampa, Home|0 Comments

Per il nuovo anno: depositate 8 nuove mozioni di M5S Avigliana.

Buonasera a tutti.
Per il nuovo anno: depositate 8 nuove mozioni di M5S Avigliana.
M5S Avigliana chiede di preservare via Grignetto all’interno del Parco, ma anche di discutere di neve e rifiuti, della nuova area camper di Corso Europa, di tutelare il piccolo commercio, di creare un mercato agricolo a Bertassi, di riflettere su lavori pubblici e disabili e di nominare finalmente i rappresentanti di Borghi e Borgate.

Il Regolamento del Consiglio comunale di Avigliana consente di presentare a ogni consigliere di minoranza non più di due mozioni o interrogazioni per volta. Mozioni che per ovvie ragioni sono sempre messe in coda all’odg dei Consigli e che quindi spesso vengono rimandate e rinviate di settimana in settimana. Un problema per il Gruppo M5S , che dello strumento della mozione sta facendo un uso serrato, finalizzato al miglioramento della qualità di vita dei cittadini aviglianesi e, là dove possibile, all’attuazione di alcuni punti del suo programma elettorale.
Per questa ragione, in attesa che i prossimi Consigli comunali (il primo dovrebbe cadere nel mese di febbraio) possano affrontarle, il gruppo di Tatjana Callegari poco prima delle festività natalizie, ha depositato al protocollo 8 nuove mozioni e ad altre sta già lavorando.
Questi i temi che verranno quindi portati all’attenzione del Consiglio aviglianese nei prossimi mesi dal Gruppo 5 Stelle: un più attento e funzionale sistema di sgombero neve e di raccolta rifiuti, la richiesta di consultazione e coinvolgimento puntuale di una rappresentanza di disabili aviglianesi in fase di progettazione e realizzazione di lavori pubblici, la richiesta di nomina di rappresentanti di Borghi e Borgate per dar corso alle esigenze di ascolto e di attenzione alla quotidianità da parte dei cittadini, la creazione di un mercato settimanale di prodotti agricoli e caseari in Borgata Bertassi, la tutela delle caratteristiche di strada interna ad area parco di via Grignetto, lo stralcio dell’area camper prevista nell’area del nuovo Centro commerciale di Corso Europa, mantenendola verde e destinandone gli oneri al potenziamento e al miglioramento dell’area camper oggi già presente in zona campi sportivi e, infine, la convocazione di un tavolo di concertazione per preservare, sviluppare, potenziare, ricostituire e promuovere il tessuto commerciale locale che verrà danneggiato dall’apertura del nuovo Centro commerciale di Corso Europa.

gennaio 15th, 2018|Categories: Home, Mozioni|0 Comments

Solidarietà allo Spazio Sociale VisRabbia

Il gruppo Movimento 5 Stelle di Avigliana esprime piena e sentita solidarietà allo Spazio Sociale VisRabbia e a tutti coloro che hanno vissuto le tante opportunità culturali, sociali e politiche che ha creato e proposto con impegno e ostinazione.

Centro di stimolo culturale insostituibile di Avigliana, luogo di aggregazione per i giovani, punto di riferimento per il confronto e la formazione politica, storica e ludica; con le sue importanti collaborazioni con l’ANPI, il ValsusaFilmFest, Genuino Valsusino e tanto altro ancora.
Musica, teatro e danza hanno trovato spazio per un pubblico attento e partecipe.
L’integrazione, la mondialità e la solidarietà Attiva hanno trovato casa al VisRabbia.

Tutto questo non può e non deve andare perduto. Nuovi spazi in tempi brevissimi devono essere individuati.

Ci auguriamo che le forze dell’ordine si attivino prontamente a identificare eventuali responsabilità, se responsabilità ci sono, che venga speso tutto l’impegno, ricordando purtroppo che indagini su atti di devastazione e intimidazioni passati non ebbero alcun esito.

Riteniamo che questo atto, qualora risultasse doloso, non debba essere considerato alla stregua dei piccoli incidenti di teppismo di “sciocchi esponenti di fasce disagiate” ma inserito in una più ampia problematica di contrapposizione culturale.

 
gennaio 7th, 2018|Categories: Comunicati Stampa, Home|0 Comments

Programma 2017-2022

Un affiatato gruppo di attivisti, cittadini con competenze e passioni, che vogliono far sì che Avigliana possa esprimere finalmente al meglio tutte le sue enormi potenzialità.

Noi del Movimento 5 stelle:
– crediamo che, se ci si pone degli obiettivi concreti e non faraonici, in sintonia con le caratteristiche del territorio, si possa fare moltissimo per Avigliana.
– sappiamo che una componente importante della felicità della comunità passa attraverso la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte dell’amministrazione.
– siamo certi che il Comune debba essere l’ente più vicino al cittadino e che sia suo compito stimolare in tutti il senso civico e l’orgoglio di appartenere alla propria bella città.

SCARICA IL PROGRAMMA IN PILLOLE
SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Vuoi saperne di più?

Iscriviti alla nostra newsletter!